Novità, lavoro agile e PA

board-1647323_1920

Qualcosa si sta muovendo sul fronte PA per quanto riguarda il lavoro agile e il telelavoro. Lo ricordate il famoso art.14 della legge Madia che prevedeva di applicare il telelavoro (o figli legittimi e illegittimi) al 10 % dei lavoratori? Ecco quell’articolo era un attesa di una direttrice che permettesse di applicarlo. (Storia completamente diversa quella della legge sullo smartworking del governo precedente).

Allora in un seminario Inail organizzato per il CUG sono state date interessanti informazioni. La Coordinatrice dell’Ufficio interventi in materia di parità e pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio, Monica Parrella, è intervenuta sul tema del processo di innovazione dell’organizzazione del lavoro nella PA.

Ha annunciato:

  • l’imminente pubblicazione delle linee guida per l’attuazione delle disposizioni dell’articolo 14 della Legge Madìa sul lavoro agile;
  • un bando che la Presidenza del Consiglio sta mettendo a punto, rivolto alle PA che intendano candidarsi per essere seguite sul processo di avvio al lavoro agile;
  • percorsi formativi per dipendenti e dirigenti della PA organizzati dalla Scuola Superiore della PA.

Dunque tutte belle notizie (che ci aspettavamo da un pezzo), ma meglio tardi che mai!

Remote working conference is coming, and you?

remote

Vi ricordate che vi ho gia’ parlato delle conferenze dei lavoratori in remoto?

Ecco a Dicembre, per la terza edizione della conferenza, ci sara’ una novita’: sara’ in inglese. Come mai visto che parliamo della situazione italiana dei lavoratori in remoto? Per poter essere piu’ visibili e per poter avere tra noi relatori stranieri.

Ma quando sara’ la conferenza? Il 6 e 7 dicembre 2016.

http://remoteworkingconf.com/

Perche’ ve ne parlo oggi? Perche’ si cercano relatori, gente che abbia voglia di condividere professionalita’, esperienza, idee. E quindi…

Are you an aspiring remote worker?
Do you have a story to tell?
Here are some topics to get you inspired:
  • Remote-First Teams
  • Remote Software Tools
  • Hybrid Teams
  • Work/Life Balance/Integration
  • Distributed Companies
  • Financial Issues (Invoicing, Taxes, etc.)
  • Legal Issues (Contracts, etc.)
  • Remote Recruiting/Remote Job Hunting
  • Team Managment Techniques
  • Remote Software Development
  • Virtual Assistants
The Call for Proposals is located at:

Agile Milano

IMG_20160428_112530

Qual è il segreto di Milano sul lavoro agile? Me lo sono nuovamente chiesta andando a Milano per il convegno di chiusura della 3° giornata del lavoro agile.
La risposta per me è questa: c’è un gruppo di persone appassionate del tema, nei posti giusti, che sanno fare squadra.
Non è una squadra esclusiva è un network aperto che che cerca nuovi giocatori da mettere in campo.
Sentir parlare Maurizio Del Conte sul progetto di legge è stato rassicurante. Ci ha raccontato di come il suo figliolo normativo sta viaggiando al senato e poi prenderà il largo verso i lidi delle camere… e della sua previsione che approdi come legge a fine anno.

Una ricerca della Bocconi ha messo insieme le esperienze di chi ha sperimentato negli anni la giornata del lavoro agile e ha introdotto forme di flessibilità lavorativa.
La cosa più bella che ho sentito è stata l’iniziativa “adotta un’azienda” da parte delle organizzazioni che già implementano lo smartworking per condividere le buone pratiche.
Poi tante esperienze, di tante aziende in foto e video.

Che dire, si torna a Torino con tanta voglia di fare, con nuovi spunti.

10000 Agili in Italia?

Così ho letto. Ieri durante la giornata del lavoro agile, più di 10000 lavoratori hanno lavorato dove volevano, secondo i loro ritmi.

Dalle mie moltissime community, ho potuto vedere gente felice, soddisfatta, che non ci crede dopo tanti anni di cartellino.

Vuol dire qualcosa? Vuol dire che negli ultimi anni qualcosa è cambiato, nella politica, nelle aziende, nelle pubbliche amministrazioni.

Abbiamo raggiunto qualcosa quindi?

No, ma ci siamo incamminati sulla strada giusta.

bitmoji-1317215689 (1)

Lavoro agile, ci siamo?

Quanto, poi, al lavoro agile, il testo chiarisce che il lavoratore conserva pieni diritti: la retribuzione è la stessa degli altri colleghi subordinati che lavorano esclusivamente in azienda (a parità di mansioni), senza penalizzazioni di carriera . Il Ddl precisa poi che al lavoratore “agile” vanno garantiti i normali tempi di riposo. Sarà compito dell’impresa la tutela e la sicurezza del lavoratore in modalità agile: un infortunio occorso “da remoto” verrà sempre tutelato se causato da un rischio connesso con la prestazione lavorativa. Infine vengono estesi al lavoro agile gli incentivi fiscali e contributivi previsti dalla legge di Stabilità in relazione agli incrementi di produttività.

Rimango dell’idea che si potesse fare lavoro agile ben prima della legge, ma se la legge aiuterà davvero, ben venga.

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2016-01-23/il-premier-rilancia-jobs-act-nuovi-lavori-081254.shtml?uuid=ACF4pxFC