Frasi assurde su telelavoro/smartworking…

4sgwz_2wr2ss

Ormai è qualche tempo che svolgo la mia mansione in telelavoro e oggi vorrei pubblicare qualche frase assurda sentita sul lavoro fuori ufficio, perchè ogni tanto è necessario sdrammatizzare.

Si dice il peccato, ma non il peccatore…contesto e fonte sono anonimi…aggiungete la vostra frase assurda qui sotto!

Ah, tu domani non lavori (nel senso che non vado in ufficio).

Beh, e anche per questa settimana hai lavorato (detto da un collega nel giorno di rientro)

“Ho troppo rispetto del mio lavoro per farlo a casa” mentre rientra da pausa caffè, sigaretta e bagno…

“Ma come, sei in telelavoro e hai anche le ferie?”

Il telelavoro è possibile solo per gli operatori , un ingegnere non lo potrebbe fare mai.

Un aspetto positivo dello smartworking è che a casa posso bere quello voglio.

Ma se mi suonano alla porta e perdo mezz’ora, quando lavoro da casa, recupero a fine giornata?

“Non si può lavorare da remoto perché non posso controllare se stai andando a fumare!”

Lavori con una ditta in America? E come fanno a sapere che stai lavorando?

“Ma non so, quando lavori…e poi se sbagli? meglio parlarne di persona…sei troppo lontana”

“Ah, quindi abiti in Sicilia? …non saprei, non abbiamo mai lavorato con dei siciliani… ti facciamo sapere”

“E come li firmi i progetti?”

“Come fai se non vi vedete in faccia?”

“Quando i clienti vengono in sede è professionale far vedere che c’è qualcuno che lavora. È anche una questione d’immagine”…

Come fai ad alzarti e lavorare? Io starei a letto tutto il giorno.

Ma se uno non lavora, come ve ne accorgete? (perche’, se uno cazzeggia in azienda e sta su FB tutto il giorno, tu te ne accorgi?).

Comodo starsene a casa…e farsi mandare anche lo stipendio!

 

Annunci

2 thoughts on “Frasi assurde su telelavoro/smartworking…

  1. Siamo culturalmente negli anni 50′.
    Si ragiona in termini di presenza sul posto di lavoro e non di risultato.
    I dirigenti, in senso genrale, molto spesso non hanno la più pallida idea cosa sia l’utilizzo del mezzo digitale.
    In senso più vasto il web. pensano che internet cominci con facebook e finisca con la email.
    Esiste una associazione degli imprenditori disabili che support i paraplegici che vogliono intraprendere. Ovviamente in Uganda non in Italia.
    Siamo messi male!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...