Lavoro e smart city

smartcity

In breve, molte amministrazioni hanno rinunciato alla dimensione strategica della progettazione del telelavoro trasformandolo spesso in un elemento di complicazione della vita organizzativa. Le artificiose costruzioni che ne sono seguite, unite alla scarsa consapevolezza
delle possibilità offerte dalle ICT, hanno operato una tale distorsione dell’immagine del telelavoro che, in Italia, esso viene comunemente
considerato come una forma di lavoro “inferiore”, riservata ad attività poco qualificate e a persone afflitte da qualche disagio.

http://openarchive.enea.it/bitstream/handle/10840/6073/75-78_penna_3a.pdf?sequence=1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...