Sensi di colpa.

Cosa c’entra il telelavoro con i sensi di colpa?

Noi lo abbiamo scoperto.

Capita forse perché nella nostra organizzazione siamo mosche bianche, spesso gli unici nel nostro ristretto gruppo di lavoro. Allora ci sentiamo in dovere di essere più efficienti degli altri…dimostrare quello che produciamo e far vedere che siamo veloci. Non è che qualcuno ce lo imponga, siamo bravissimi ad imporcelo da soli. Capita che in certe occasioni finiamo nel tunnel del “workaholic”, che non si stacca dalla pagina che sta scrivendo, dal telefono che può suonare, dalla email che potrebbe arrivare.

A me non capita spesso in realtà perché, anche in telelavoro, la mia giornata è scandita dal ritmo dei figli e della scuola, concentro il lavoro in certe ore perché devo essere libera in altre.

Il venerdì però, se tutti stanno bene, la storia cambia. I pargoli infatti sono affidati ai nonni e io non ho vincoli. Bella la libertà…e ora cosa faccio? Certe volte il rischio del “mi chiudo tutto il giorno in casa” l’ho corso…anzi. Da un po’ di tempo invece il venerdì lo programmo in anticipo..cosa posso fare senza le 3 pesti che mi tormentano?

Oggi mostra in centro e acquisti per uno dei miei hobby preferiti.

venerdì

Chi esce con me venerdì prossimo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...